Il futuro è su di noi. Questa settimana The New Yorker scava nell'uso di stampanti 3D - ormai "economiche e onnipresenti" per la stampa di tutto, dagli occhiali alle pistole - nella comunità medica. Ora che le stampanti 3D possono stampare tessuto umano usando inchiostro fatto di cellule, lo scrittore Jerome Groopman, ha spiegato, "[S] gli orfani stanno impiantando stent stampati in 3D, protesi e segmenti di ricambio del cranio umano." Gli organi completamente in laboratorio non sono pronti ancora, ma stiamo bene stiamo arrivando grazie alla stampa di capillari funzionali. Come scrive Groopman, "la domanda non è più se avranno successo [stampando gli organi completi] ma come." Puoi saperne di più sulla stampa 3D degli organi nel video qui sotto, dove parla il Dr. Ali Khademhosseini della Divisione BWH di Ingegneria Biomedica all'importanza della stampante 3D nella personalizzazione delle forniture mediche per i singoli pazienti. "Siamo in grado di realizzare costrutti di dimensioni, forme e dimensioni adeguate per un problema particolare", spiega.



La prima cornea stampata in 3D può aiutare milioni di persone senza la necessità di un trapianto (Aprile 2021).