Il processo del medico di Michael Jackson, il dottor Conrad Murray, ha sollevato domande su un comune farmaco anestetico chirurgico chiamato propofol.Dr. Murray è sotto processo per omicidio colposo, l'accusa è che Murray ha usato il propofol per aiutare Jackson a dormire ogni notte per più di due mesi, e che la negligenza di Murray ha portato o contribuito alla morte di Jackson. L'attore iconico è morto per overdose di droga combinata con sedativi. La difesa sostiene che Jackson ha causato la sua morte ingerendo sedativi e propofol mentre il medico era fuori dalla stanza. (Tuttavia, è generalmente considerato negligenza in medicina per consentire a droghe controllate come questa di essere usate da chiunque, a parte un medico.) Indipendentemente da come conclude il processo, ora gli occhi sono puntati sul propofol. Non gli occhi dei dottori, ma di tutti i giorni, persone non mediche che sentono parlare della droga per la prima volta. Anche a chi potrebbe essere stato dato il farmaco senza rendersene conto. "Se hai avuto una procedura cosmetica, tu Probabilmente ricevuto propofol ", spiega Arthur W. Perry, MD, FACS, YouBeauty Cosmetic Surgery Expert. Il Propofol è "ottimo per le procedure ambulatoriali perché è un farmaco veloce, veloce. Puoi tornare a casa e lavorare senza ricorrere a giorni in ospedale per riprendersi dal sentimento "drogato" che otterrai dai vecchi farmaci. "Nel 2010, quasi 300.000 donne hanno avuto il seno ingrandito, che è la procedura di chirurgia estetica più comune . Le rinoplastiche sono le seconde più popolari (tra le donne), seguite da procedure di liposuzione, rimodellamento delle palpebre e "piegamenti del ventre". Molte persone (probabilmente) usano il propofol con successo. "Noi [i chirurghi plastici] lo adoriamo perché è estremamente sicuro quando viene somministrato nell'ambiente adatto dalle persone giuste con l'attrezzatura adeguata", continua Perry. Inoltre, spiega che poiché funziona così rapidamente, il farmaco può essere trovato nelle sale operatorie e unità di terapia intensiva e raramente in altre parti dell'ospedale. Il fatto che Jackson l'abbia avuto a casa sua (ma senza le giuste precauzioni come attrezzature per la rianimazione e standard di monitoraggio dell'anestesia) mostra subito le condizioni estremamente rare della sua morte per propofol. Anche se un paziente normale non ha nulla da temere dal propofol che viene somministrato da un professionista adeguatamente formato, il propofol ha una (piccola) storia di dipendenza da coloro che vi hanno accesso. "Ci sono stati casi in cui gli anestesisti sono diventati dipendenti dal propofol", afferma Michael Roizen, MD, chief wellness officier presso la Cleveland Clinic, co-fondatore di YouBeauty, coautore di 15 articoli sul propofol. "Fornisce una risposta orgasica euforica ad alcuni." Se l'accesso non è un problema, nessuno dei due è auto-dosante. "Se riesci a somministrare eroina, puoi darti propofol", dice Roizen. Anche con quel sidenote, ti assicuro che se vai in una procedura, non c'è nulla da temere dal propofol. "Come medico, temo che il pubblico abbia paura del propofol perché lo associeranno alla droga che ha ucciso Michael Jackson", dice Perry. "È persino possibile che una legislatura lo renda più difficile, come reazione istintiva all'opinione pubblica. Questa è la reazione sbagliata. Se hai una procedura, e potrebbe essere una colonscopia o avere i denti del giudizio, non deve essere un lifting, vuoi il propofol. "Aggiunge Roizen:" Lo vuoi somministrato da persone addestrate nella giusta impostazione, che hanno le attrezzature adeguate per il monitoraggio e la rianimazione e che hanno le persone giuste per aiutare se si sviluppa un problema. "Sta a te essere un paziente intelligente e chiedere di questi parametri la prossima volta che vai in una procedura.



The Mysterious Death of Michael Jackson (Aprile 2021).