Lo scorso anno, dopo una faticosa stagione influenzale, gli esperti stanno (per fortuna) prevedendo che il vaccino di quest'anno farà un lavoro migliore per respingere il virus.

Secondo un rapporto settimanale del CDC, tutti i casi di influenza registrati dal 24 maggio al 5 settembre "negli Stati Uniti e in altri paesi durante quel periodo sono stati caratterizzati come antigenici e / o geneticamente simili ai virus vaccinali influenzali raccomandati per l'inclusione nel 2015- 16 vaccino dell'emisfero nord. "Anche se non è possibile prevedere quale ceppo dell'influenza dominerà o quanto sarà grave, finora i casi di influenza sono andati esattamente come previsto, il che significa che il vaccino dovrebbe offrire protezione di qualità.



In un comunicato stampa relativo questa settimana, il direttore sanitario della National Foundation for Infectious Diseases (NFID) William Schaffner, MD, ha dichiarato: "Al momento, abbiamo la ragionevole certezza che avremo una buona corrispondenza tra il virus circolante di ciò che è fuori lì e cosa c'è nel vaccino ", riferisce MedPage Today.

Il vaccino dell'anno scorso era efficace solo del 13%, quando di solito il tasso si aggira intorno al 50-60%. Questo perché il virus predominante "è andato alla deriva" o si è mutato, più avanti nella stagione, causando un virus diverso da quello che era stato preparato nei vaccini. Il vaccino di quest'anno si rivolge alla versione mutata, H3N2.

Il CDC continua a spiegare che ottenere il vaccino è ancora il metodo migliore per evitare l'influenza, anche quando l'efficacia varia. Quindi, è ora di fissare un appuntamento con un medico per prepararsi a un inverno senza influenza (incrociato con le dita!).



News Of The World, Vaccinations & More: TYT Now (Full Show) (Marzo 2020).