Tallulah Willis, figlia ventenne di Bruce Willis e Demi Moore, ha passato la sua intera adolescenza come la maggior parte di noi: cercando di trovare se stessa. Ma la differenza era che il mondo intero la stava osservando mentre lo faceva.

In una nuova intervista con Yahoo Global News Anchor Katie Couric, Willis ha spiegato: "Non solo [ero] ho cercato di scoprire me stesso, dovevo scoprirlo sotto lo sguardo molto crudele di molte altre persone", che non è è esattamente la cosa più facile da accettare come una ragazza di 13 anni. Willis non si sentiva mai abbastanza; da adolescente, è stata chiamata brutta e ha chiesto: "Come potrebbero due bellissimi attori creare questi orribili bambini troll?" Perché non si sentiva a posto con chi fosse, Willis si è spinta a combattere con la dismorfismo corporeo e l'abuso di sostanze.



Tallulah Willis è solo una delle tante donne coraggiose disposte a condividere le loro storie di insicurezza su "What's Underneath Project", una piattaforma per guarire se stessi. Ospitato sul loro sito StyleLikeU, il progetto è stato creato dall'ex stilista di moda Elisa Goodkind e da sua figlia, Lily Mandelbaum. Goodkind ha creato il progetto dopo essere diventato poco ispirato da tutti i modelli di biscotti nell'industria della moda, mentre Mandelbaum si è reso conto di quanto fosse sbagliato che lei, proprio come molte altre donne, si sentisse male per non sembrare quell'ideale di bellezza. Insieme, quindi, la coppia ha intrapreso la loro missione per aiutare le donne a condividere e liberarsi delle proprie insicurezze.

Cosa c'è sotto il progetto

The What's Underneath Project include confessioni di donne di tutte le taglie, forme ed età. Mentre raccontano la loro storia, lentamente si spogliano in mutande, togliendosi la protezione e rivelando esattamente cosa c'è sotto, sia fisicamente che emotivamente. "Mentre presti attenzione e fai domande e fai in modo che la conversazione cuore a cuore avvenga, le persone prendono vita e diventano così belle", ha detto Goodkind.



"Ciò che rende una persona lo stile è qualcosa che è dentro", ha spiegato Mandelbaum a Couric. "Quindi volevamo dimostrarlo alla gente ed esplorare quella nozione". Quello che hanno finito è stato il filmato di donne che sono super reali, il che sta guarendo per gli spettatori, ha aggiunto.

o parla a un pubblico il più ampio possibile, Goodkind e Mandelbaum hanno avviato una campagna Kickstarter per raccogliere fondi per realizzare un documentario, chiamato "Io sono ciò che è sotto". Sperano di portare questa esperienza catartica a più donne, avvicinandole di un passo per completare l'auto-accettazione.

"Speriamo che il mondo sia un luogo in cui le persone hanno una maggiore auto-accettazione e amore per se stessi e quindi più comunità, più connessione, più positività e un posto più felice", ha detto Goodkind.



Articoli Correlati:

Quello che ho imparato riguardo alle dimensioni e all'immagine corporea raccontando un uomo grasso

I miei amici meritano una conversazione migliore di quella grassa

Image of God (Aprile 2021).