Forse uno dei malintesi più comuni sulla depressione è che è uno stato mentale. In realtà, tuttavia, la depressione, o il disturbo depressivo maggiore, è una grave malattia medica, secondo l'American Psychiatric Association (APA). E a quello comune: secondo l'APA, colpisce quasi un adulto su 10 ogni anno, e le donne hanno maggiori probabilità di sperimentarlo rispetto agli uomini.

Tutto, dalle sostanze chimiche del cervello di una persona alla genetica e persino ai fattori ambientali (si pensi all'esposizione alla violenza, agli abusi o alla povertà) può scatenare la depressione. E secondo l'Istituto Nazionale di Salute Mentale (NIMH), ci sono tre tipi comuni di depressione: depressione maggiore, disturbo distimico o distimia e depressione minore, con la gravità e la durata che variano tra di loro.
Indipendentemente dalla causa o dal tipo, tuttavia, una cosa è coerente: la depressione può influenzare seriamente e negativamente il modo in cui ti senti, pensi e agisci se non trattato. Quindi, è importante essere in grado di identificare se e quando potrebbe essere necessario cercare un aiuto professionale.
Quindi, come fai a distinguere i segni di depressione da segni di tristezza? Secondo l'APA, i sintomi devono continuare per almeno due settimane affinché siano rappresentativi della depressione. E, mentre a volte la tristezza e il dolore possono sembrare o sembrano molto simili alla depressione, di solito ci sono alcuni fattori distintivi.
Per esempio, quando le persone si addolorano, anche se possono sentirsi profondamente tristi, quelle sensazioni dolorose tendono ad essere mescolate a ricordi felici; e le circostanze in genere non influiscono sull'autostima. Coloro che soffrono di depressione hanno maggiori probabilità di essere privi di pensieri positivi o di felicità, e di essere privi di autostima, secondo l'APA.
Il dott. Stacey Rosenfeld, uno psicologo clinico abilitato specializzato in disturbi dell'umore e dell'ansia, ha anche osservato che un fattore chiave di differenziazione è il pensiero di suicidio: se si verificano pensieri o nozioni suicide, è importante cercare aiuto. Altri segni comuni di depressione, secondo il dott. Rosenfeld sono:
•Tristezza
•Bassa energia
• Dormire troppo (o avere insonnia)
• Non godendo delle attività a cui eri abituato
• Mangiare troppo o troppo poco
• Difficoltà a concentrarsi
• Sentimenti di disperazione o inutilità



È inoltre possibile porsi alcune domande chiave per determinare se si può essere affetti da depressione:

• "È difficile alzarsi dal letto?"
• "Sono stanco tutto il tempo?"
• "Sono in grado di godere di parti della mia vita?"
• "Sono triste o piango più del solito?"
• "Sto avendo problemi a concentrarmi?"
• "Non mi sento [come] me stesso?"

Anche se sei titubante o incerto, l'importante è cercare un aiuto professionale se riscontri uno di questi sintomi o hai risposto di sì alla maggior parte di quelle domande. Paura di andare da solo? "Raggiungi gli amici per chiedere aiuto e supporto", ha detto il dott. Rosenfeld. Certo, può essere spaventoso parlarne, ma ricorda quella statistica: una persona su 10 soffre di depressione, quindi è probabile che più ne parli, più persone scoprirai chi ha vissuto qualcosa di simile e sono disposti a farlo per aiutarti.

10 Segni di uno Squilibrio Ormonale che non Dovresti Ignorare (Marzo 2020).