La moda femminile ha suscitato a lungo polemiche a ogni svolta e tendenza, ma nessun articolo di abbigliamento è stato celebrato e insultato proprio come il corsetto tradizionale.

Oggi, l'opinione popolare vede il disegno del merletto come restrittivo sia letteralmente che figurativamente, con il design rigido che viene a simboleggiare la repressione sociale della donna americana del XVIII-XIX secolo. Altri hanno feticizzato il capo come il massimo nell'usura della seduzione. Non è raro vedere versioni in raso e coperte di prua che vendono insieme a olio per massaggi e orsacchiotti (non parlo di Paddington Bear) nei negozi di lingerie per adulti. Così quando "I segreti vittoriani: che cosa mi ha insegnato un corsetto sul passato, il presente e me stesso" (Skyhorse Publishing: novembre 2013) è atterrato sulla mia scrivania, mi ha incuriosito l'affermazione dello scrittore che indossare un corsetto fosse un così positivo amorevole, se non addirittura femminista, si muove dalla sua parte.



ALTRO: aumenta la fiducia del tuo corpo

All'inizio, l'autrice Sarah Chrisman è tanto sospetta quanto chiunque altro sui corsetti. Avendo ricevuto uno dal suo ben intenzionato marito come regalo, mette da parte la sua iniziale riluttanza a indossare quello che lei ritiene un capo scomodo e forse addirittura sovversivo a dargli un solo cortese tentativo - ed è scioccato quando le piace. Non solo perde due taglie in vita subito dopo l'allacciatura, ma una bella clessidra prende forma sulla sua figura più piena di sé descritta.

Il 30-qualcosa dice che si sente immediatamente più sensuale e sorprendente nel corsetto di quanto non abbia mai avuto in vestiti contemporanei, perché, nelle sue parole, "Non sono adatto come un bambino di 12 anni". Mentre viaggiamo con il autore della sua avventura con l'abbigliamento vittoriano, il ricercatissimo Chrisman affronta quello che dice sono miti sulla sicurezza che circondano la corsetteria fin dall'inizio, come le costole rotte e gli organi spostati che sostiene di non avere basi scientifiche. Spiega anche perché la vita è l'unica area del corpo umano che è così facile e sicura, modellabile. (Prova ad indossare un corsetto sulle cosce, non importa quanto strettamente un laccio, purtroppo non dà nulla).



QUIZ: Qual è il tuo tipo di corpo?

Tra i lati positivi, Chrisman trova che il corsetto di supporto si raddrizza la sua postura come una tavola; infatti, gli attuali indumenti ortopedici per il mal di schiena hanno un aspetto sorprendentemente identico. Dice che i seni sono sostenuti dal basso per tenere il seno e le spalle indietro nella postura "orgogliosa" che era così apprezzata dall'era vittoriana - un grido lontano, aggiunge, dai reggiseni scomodi di oggi che si accasciano e tirano il corpo in avanti, lasciando spesso solchi dolorosi sulle cime delle spalle e portando alcuni di noi a celebrare una "giornata senza briglie" come una propria lussuosa entità.
Indossare un corsetto non impedisce a Chrisman di godere del tipo di vita attiva che i vittoriani amavano; evita una macchina (e anche una patente di guida) per andare in bicicletta ovunque, e gode di lunghe passeggiate nella città dove abitualmente fa la testa e risiede, avendo ormai abbracciato l'intera moda vittoriana dai cappelli drammatici edoardiani alle ampie gonne ampie con sottovesti e stivali con tacco gattino. (Realizza molti dei suoi pezzi in modo che rimangano autentici per il tessuto originale e i tagli usati dai vittoriani, e non assomigliano alle copie in costume in poliestere che si possono vedere in un negozio di Halloween.)



ALTRO: la tendenza della moda autunno 2013 più lusinghiero

Per coloro che cercano di provare un corsetto tradizionale, Chrisman consiglia di non più di 2 pollici più piccoli rispetto alla misurazione iniziale della vita e di acquistarne uno commercializzato come un "corsetto stretto", il che significa semplicemente che il progetto supporterà a tempo pieno l'usura e la postura, e non è intesa come un costume più fragile o come abbigliamento da solo boudoir; non è necessario allacciarle strette a disagio nonostante il nome. "I corsetti sono in definitiva su supporto, fondamento e struttura, non semplicemente sulla riduzione della vita", ha dichiarato.

Sappi anche che qualsiasi indumento elasticizzato come Spanx, guaine e bustier non sono la stessa cosa. "Non forniranno lo stesso supporto di un corsetto strutturato più di quanto un trampolino regga una persona allo stesso modo di un pavimento", aggiunge. Perché mai i corsetti sono passati di moda? Contrariamente alla credenza popolare secondo cui le suffragette le hanno cacciate perché hanno emancipato le donne con il diritto di voto negli anni '20, non è così, dice Chrisman. In effetti, se tu immagini Google di Susan B. Anthony, vedrai l'inconfondibile profilo di un corsetto sotto il leggendario vestito della suffragetta. Chrisman invece attribuisce la scomparsa in gran parte a Coco Chanel, che ha stropicciato il corsetto in favore di disegni verticali che si adattano meglio a un corpo da gamer fanciullesco. E come con tutte le cose alla moda, le tendenze vanno sempre avanti e indietro.

La donna di oggi presumibilmente liberata pene spesso per un aspetto dell'era delle nostre bisnonne, dice Chrisman - un tempo in cui vennero naturalmente riveriti i fianchi pieni e naturali e la vita era considerata la zona più erogena di tutti. la donna vittoriana incantata è stata libera in modi che la donna moderna non sarà mai?

ALTRO: 3 passaggi per aumentare la sicurezza del corpo

Generazioni fa, la postura era considerata accanto a Godliness per una ragione letterale. "La stessa frase 'cittadino onesto' ci viene dai britannici a causa della connessione che vedevano tra postura e comportamento decente", spiega Chrisman.

Chrisman sostiene che la marcata differenza nella sua statura ha immediatamente cambiato il modo in cui il mondo esterno ha percepito e interagito con lei. "Per tutta la vita mi sono considerato irrimediabilmente maldestro, ma dopo aver iniziato a indossare un corsetto, gli estranei hanno iniziato a chiedermi se fossi una ballerina professionista!", Racconta. "Non mi stavo più affaticando, il mio mento naturalmente si alzò e tenni la testa più in alto - in un'interessante connessione di fisiologia e psicologia, questo non solo mi fece sentire personalmente più potente, ma comunicò anche una mentalità più alpha a quelli intorno a me ", Aggiunge.

ALTRO: come una buona postura può renderti più felice

È interessante notare che il marito di Chrisman porta anche a vestirsi in abiti vittoriani vintage con sua moglie. In un'epoca in cui spesso crediamo che solo le donne sopportassero tutte le elevate esigenze della moda, si scopre che anche gli uomini dovevano soddisfare gli standard più esigenti. Dovevano anche mantenere una postura perfetta sotto strati ingombranti come le bretelle, un gilet, un colletto pignolo (che doveva essere inamidato) che si abbottonava sul retro della camicia, e un grande orologio da tasca che richiedeva un avvolgimento giornaliero ed era pesato con pesanti portachiavi e catene. "Se una persona che indossa un corsetto si stanca di tenersi in posizione eretta, è possibile appoggiarsi al busto e tenerla sollevata, come se si stesse abbracciando", dice Chrisman. "Gli uomini, tuttavia, non avevano un tale sostegno su cui appoggiarsi; l'intera pressione di mantenere un portamento eretto era solo su se stessa ".

L'infatuazione del vittoriano con indumenti perspicace richiedeva fondamentalmente assistenza per entrambi i sessi con un abbigliamento quotidiano. Questo aspetto ha un fascino inaspettato per Chrisman. "Il modo in cui aiutarci a vicenda con i nostri vestiti ci ha avvicinato e ha reso più profonda la nostra relazione è stato uno degli elementi più dolci dell'esperienza, è come una forma intima di esercizio di team building", afferma Chrisman, alludendo a un momento in cui vestirsi le abitudini aiutarono a distinguere e stabilire relazioni tra i vittoriani.

Come per ogni give, di solito c'è un take. E Chrisman dice che l'unica cosa che non può fare mentre indossa un corsetto è mettere giù un grande pasto come una volta si divertiva. Dal momento che lo stomaco non può gonfiarsi con l'espansione, si sente pieno, più veloce. Eppure questa scoperta è diventata un punto di svolta cruciale per Chrisman, che ha sempre rifiutato di seguire una dieta, sebbene abbia ancora combattuto la lotta per l'immagine corporea che tante donne, indipendentemente dalle dimensioni, spesso fanno.

"Un giorno, improvvisamente mi sono reso conto che non dovevo più preoccuparmi - che un corsetto mi aveva reso più consapevole esattamente di quando ero pieno, e esattamente quando volevo del cibo. È stata una realizzazione incredibilmente liberatoria, come se fossi sceso dal filo del rasoio e su un terreno solido ", dice, aggiungendo che mangia come piace e non lascia mai la fame affamata, ma con tale controllo delle porzioni incorporato non deve pensaci.

Ginnastica Posturale | Esercizi contro la cifosi (Marzo 2020).