Quando si tratta di prodotti di bellezza, poche cose sono così ovviamente piene di sostanze chimiche che lo smalto e il solvente. "Chi non è entrato in un salone di bellezza e è stato sopraffatto dal puzzolente colpo di sostanze chimiche innegabili?" Dice Jenna Hipp, un "verde" "Stilista di unghie famoso a Hollywood, in California. "Pensi a te stesso: 'Questo non può essere buono'. E hai ragione. "Non sono solo i fumi tossici che dovrebbero destare preoccupazione. Sono gli ingredienti del tuo smalto che si sono rivelati dannosi.

"Tra l'unghia, la cuticola e la pelle circostante, è inevitabile che ciò che accade sulle tue unghie venga assorbito attraverso il flusso sanguigno", afferma Deborah Burnes, fondatrice e CEO della linea di bellezza naturale Sumbody e autrice di "Look Great, Live Green". Ecco otto termini da rispolverare prima del prossimo appuntamento per unghie.



DI PIÙ : Smalti per unghie non tossici - Le nostre marche preferite

"3-Free" = assenza di formaldeide, toluene o dibutil ftalato

La formaldeide è la parola F della manicure, non è necessario da usare e se è nel tuo smalto, ascolta, perché potrebbero esserci gravi ripercussioni. Questo gas incolore e dall'odore forte non è usato solo per l'imbalsamazione (eek!), Ma può anche essere trovato in innumerevoli articoli casalinghi, tra cui colla, compensato, adesivi e sì, anche come indurente e conservante nello smalto per unghie. Oh, e ultimo ma non meno importante: è un cancerogeno provato. Infatti, a partire dal 10 giugno 2011, il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti ha aggiornato il suo rapporto del Programma tossicologico nazionale sui carcinogeni (RoC) per affermare che la formaldeide è "nota come cancerogeno per l'uomo", sostituendo la precedente e più ambigua " ragionevolmente previsto di essere un cancerogeno umano. "



Dibutyl phthalate (aka DBP) è uno scioglilingua di un nome (ti sfidiamo, diciamo tre volte più veloce!) Per un plastificante che riduce fragilità e screpolature, migliorando il potere duraturo della lacca per unghie. Potresti riconoscerlo come semplicemente ftalati in altri cosmetici. I lati negativi non così complicati: è legato al cancro negli animali da laboratorio, così come sospettato di problemi di sviluppo e di fertilità negli esseri umani, quindi è particolarmente pericoloso per le donne in gravidanza, dice Hipp.

Il toluene aiuta a sospendere la pittura in tutta la bottiglia, il che significa che non è necessario scuoterlo molto spesso, inoltre dà lucentezza alla sua consistenza morbida, proprio come avviene per gli altri liquidi. (Um, come nella benzina e nelle vernici per uso domestico). La ricerca mostra che l'esposizione cronica ed estesa a questo solvente può influenzare il sistema nervoso centrale, causare mal di testa, vertigini e stanchezza, oltre che possibilmente agire come tossina riproduttiva e dello sviluppo. La linea di fondo: il polacco può separarsi più rapidamente quando è privo di toluene, quindi ogni poche settimane potresti dover mettere un po 'di muscoli dentro e scuotere un po' le cose. (Pensiamo che sia in grado di gestirlo.) Secondo Jane Park, fondatore di Julep Nail Parlor a Seattle, Washington, non ti mancherai neanche di perdere il precedente dal tuo vocabolario polacco. "Il polacco che non contiene questi ingredienti rimane sulle unghie per tanto tempo ed è lucido come quelli che lo fanno, e puoi stare tranquillo sapendo che non stanno danneggiando la tua salute", dice.



"4-Free" = tutto quanto sopra + nessuna resina formaldeide

Non è scienza missilistica: poiché la formaldeide è cancerogena, non si desidera vedere alcuna forma di quella parola di 12 lettere sull'etichetta di un prodotto che si utilizza settimanalmente. Mentre si prende in considerazione la suddetta tripletta di tossine, è questo fastidioso quarto che è ancora persistente. Tecnicamente chiamata resina tosilammide / formaldeide (se vuoi qualche informazione su di esso, questo è il nome che devi cercare con), è una resina sintetica ottenuta dalla combinazione delle sostanze chimiche toluenesulfonamide e formaldeide. Non è stato studiato abbastanza per mostrare concretamente le caratteristiche cancerogene. Tuttavia, secondo l'Environmental Working Group (EWG), è classificato come un allergene ed è un noto agente tossico del sistema immunitario umano che "si aspetta che sia tossico o dannoso".

James Hammer, un chimico cosmetico di Mix Solutions a Uxbridge, nel Massachusetts, non vede la necessità di preoccuparsi: "La resina di formaldeide non è un problema, poiché la formaldeide reagisce chimicamente e la resina stessa non è dannosa come la formaldeide libera è ", Dice. Tuttavia, altri sostengono: perché rischiare? "Mentre la formaldeide cambia la sua struttura molecolare dopo essere stata trasformata in resina, non ci sono studi definitivi sulla sua sicurezza, e ci sono molti lucidi che la stanno lasciando fuori", dice Nonie Creme, fondatore del direttore creativo della società di lacca per le unghie di Butter London .

Vegano = niente derivati ​​animali, sottoprodotti o test

Anche se il termine è comunemente associato a drogherie estreme che hanno vietato tutti gli abiti e il cibo che proviene dagli animali in qualsiasi modo, forma o forma (come nel ciao-ciao formaggio di capra francese e pelle italiana), lo stesso vale per i cosmetici.

"Potrebbe sembrare sorprendente, ma ci sono aziende cosmetiche che usano ancora le ali di coleottero schiacciate per creare una finitura metallica o luccicante", afferma Park, che osserva che la sua linea Julep utilizza polvere di alluminio per aggiungere iridescenza. Molti degli esperti intervistati hanno spiegato che nei cosmetici l'uso di test sugli animali o di sottoprodotti non è più diffuso e solo perché un'azienda non esalta il termine "vegano" sulla loro etichetta non significa che non lo sia.

"Penso che l'idea di chiamare uno smalto per unghie come vegano sia ridicola", dice Burnes. "Due dei più grandi produttori di smalti per unghie non stanno usando alcun prodotto relativo agli animali nelle loro formule. Quasi tutto ciò che stai comprando è vegano. "Non sei un fan nemmeno con le dita coperte di succo di scarafaggio? Siamo con te. Comporre il servizio clienti per ricontrollare se lo smalto che stai cercando sia di fatto vegano, anche se l'etichetta non lo dice, potrebbe valerne la pena.

Naturale = la stessa identica cosa di 3 e 4 gratuiti

A meno che qualcuno non capisca un modo per montare un pigmento liquido degno del premio Nobel derivante da dire petali di rosa, che poi aderisce magicamente alle unghie, una semplice lucidatura naturale semplicemente non sta accadendo. "Naturale" è un termine che è abusato ed è ambiguo quando si tratta di smalto per unghie ", afferma Creme. "Anche se estrai gli ingredienti che hanno dimostrato di essere dannosi, la formulazione è ancora basata sulla sostanza chimica, quindi non può essere veramente naturale, e non c'è vergogna nell'avere una formulazione chimica che sia sicura".

Ehi, se nel tuo smalto ci sono alcuni ingredienti naturali che fanno un po 'di bene alle tue unghie (es. Vitamina E o oli naturali idratanti), bene, ma altrimenti, diffidare di un'azienda che afferma che il loro smalto è naturale e leggi attentamente l'etichetta vedi cosa conferma la loro richiesta.

Acetone = solvente altamente infiammabile con un odore lacrimante

Il solvente per unghie è stato tradizionalmente formulato usando acetone o solvente di etile acetato. "Questi ingredienti sono infiammabili, aspri e secchi per la pelle e generano molti fumi che possono irritare gli occhi, i polmoni e la pelle", dice Hammer.

Hammer suggerisce di adottare prodotti di rimozione meno tossici privi di acetone e che contengano meno solventi irritanti, tra cui il propilene carbonato, l'etil lattato (che deriva dal mais), il metil soiato (dall'olio di soia) e il d-limonene (dalle arance). Tutti questi materiali sono in grado di sciogliere lo smalto, anche se dovrai aggiungere qualche tocco in più rispetto alle versioni a base di acetone.

Qualunque sia il tipo che si sceglie di utilizzare per pulire lo smalto, ridurre al minimo l'esposizione immergendo completamente un batuffolo di cotone e poi premendolo sulle unghie per alcuni secondi prima di strofinare. "Questa tecnica aiuta a dissolvere rapidamente lo smalto in modo da non dover utilizzare più del necessario", afferma Hipp. "E siediti sempre in una stanza ben ventilata o anche fuori, dove c'è molta aria fresca."

Benzofenoni = bloccante UV che impedisce lo sbiadimento del colore

Quindi, sai come dopo qualche giorno in una spiaggia libera le tue unghie dipinte di fresco, brillanti e luminose diventano improvvisamente scialbe, opache e bene, tipo di giallo? Questo perché proprio come i tuoi amati punti salienti sono inclini a devastare l'ossidazione, così è il tuo polacco.

Questo è esattamente il motivo per cui così tante aziende usano i benzofenoni nel tentativo di schermare la luce ultravioletta da uno smalto degradante il più a lungo possibile (è anche negli inchiostri, nei profumi e persino nei saponi) e naturalmente la madre di tutti i protettori solari, i filtri solari agisce semplicemente come un difensore della luce UV). Il problema è che ci sono studi che dimostrano che esibisce effetti simili agli estrogeni ed è cancerogeno se usato in grandi quantità. La tua opzione più sicura è cercare di tenere le unghie dipinte di fresco dalla luce solare diretta (anche per la tua pelle!) E, se prevedi un sacco di esposizione al sole, opta per un colore pallido che non sbiadirà in modo evidente come tonalità più vibranti.

Canfora = potenziale irritante che è assolutamente inutile avere in polacco

Perché mai sulla tua pelle dovrebbe esserci lo stesso formidabile profumo di menta usato negli strofini dei muscoli? Alcuni produttori di smalti chiedono la stessa identica cosa. Mentre alcune forme derivano naturalmente dalle piante, alcune canfora vengono prodotte sinteticamente dall'olio di trementina, un ingrediente nocivo e tossico. Sebbene gli esperti affermino che i livelli trovati in polacco non sono affatto vicini alle elevate quantità studiate e collegate a effetti negativi sulla salute, "non è necessario avere in lucidi in alcun modo", spiega Burnes. "Allora, perché rischiare?"

Metanolo = una sostanza chimica trovata in alcuni solventi per smalto non acetone

Recentemente, c'è stato ronzio nel settore dei bassi livelli di metanolo che si trovano nei lucidi non acetonici e ci preoccupiamo che l'esposizione a questo ingrediente possa avere effetti negativi simili a quelli dell'acetone (cioè vertigini, nausea, mal di testa, ecc.).

Tuttavia, alcuni esperti sostengono che c'è poco da preoccuparsi perché ci sono poche prove che tracce di metanolo siano dannose. "Tipicamente, i solventi per smalto non acetone sono formulati usando acetato di etile, un composto organico che si forma facendo reagire l'alcol etilico (etanolo) con acido acetico, in un processo chiamato eterificazione", spiega Hammer. "Come risultato, a volte ci sono tracce di quantità di etanolo presente, ma in questo processo non viene utilizzato metanolo e il metanolo non è aggiunto intenzionalmente come ingrediente." In altre parole, se il metanolo è presente in uno smalto senza acetone rimozione, deve essere a livelli estremamente bassi, probabilmente parti per miliardo. "Puoi trovare livelli più alti di quelli che si verificano naturalmente nella frutta e nella verdura", dice Hammer.

CONTINUA A LEGGERE : I migliori smalti non tossici

9 Errori della Manicure di Cui non Sei a Conoscenza (Aprile 2021).